top of page

L’Atletica L’Aquila piange Arnaldo Faraone, socio fondatore dell’Associazione



L’Atletica L’Aquila è in lutto per l’inaspettata scomparsa di Arnaldo Faraone, socio fondatore dell’Associazione, attivo collaboratore e inesauribile volontario, che con la sua passione si è speso nell’organizzazione delle manifestazioni ideate dall’Associazione e rivolte soprattutto alle giovani generazioni. Nato nel 1937, dalla fondazione dell’Associazione nel 1979, allora denominata “Liberi Podisti Aquilani”, ad oggi è stato sempre accanto all’Associazione. Dai primi anni che poi hanno scandito il passaggio anche all’organizzazione di manifestazioni come: la Campestrina della Perdonanza, Il Fuoco del Morrone poi passato al Consorzio Celestiniano, Il Palio dei Quarti, la corsa Attraverso le Porte Aquilane. Arnaldo ha lavorato a fianco di Padre Quirino, Florio Panti, Mario Centi, Tarquinio Tarquini, Giorgio Lucente, Pierino Di Francesco, Alfredo Martinelli, Anna Maria Tomei, Corrado Fischione, Paola Aromatario, Rodolfo Risdonne, con una presenza costante e inesausta diffondendo con passione anche tra i dirigenti più giovani, i più alti valori dello sport soprattutto rivolti alle giovani generazioni. Per queste ultime si è speso insieme all’Atletica L’Aquila nell’organizzazione del Trofeo Corri-Salta-Lancia, Trofeo Arrigo Leoni, Trofeo delle Gazzelle e Alessandro Frastani De Ritis, la Corsa di Miguel e Michela, la Staffetta delle Scuole Medie, Meeting Nazionale Città dell’Aquila. È stato dirigente dell’Atletica L’Aquila dal 1982 al 2020, ricoprendo gli incarichi di responsabile del settore amatori, segretario, collaboratore-addetto stampa, consigliere, si è messo da parte soltanto quando le problematiche di salute non gli hanno permesso più la continuità collaborativa di sempre, ma restando in costante contatto con i dirigenti e volontari per seguire l’andamento e i risultati del sodalizio. Ricordiamo come Arnaldo abbia ricoperto anche incarichi di consigliere della Sezione Calcio AUSO-SIEMENS dal 1978 al 1980 e di seguito anche l’attività dello stesso gruppo podistico, di consigliere e responsabile provinciale FIDAL – Federazione Italiana di Atletica Leggera - Settore Amatori, di consigliere provinciale del CSI (Centro Sportivo Italiano) e avesse fatto parte del GGG (gruppo giudici gare) FIDAL della provincia dell’Aquila. Ha collaborato con la rivista culturale “La Perdonanza” e ricoperto l’incarico di consigliere del CDA del Centro Internazionale Studi Celestiniani a fianco di Floro Panti e Padre Quirino. Tesserato con la Fidal Amatori dal 1982, ha avuto una carriera sportiva in cui ha preso parte a numerose gare di carattere provinciale, regionale e nazionale. Tra i suoi risultati sportivi nella categoria M50 Amatori, annoveriamola partecipazione al Campionato Mondiale Master di maratona a Roma nel 1984, il 13° posto al Campionato Europeo Master di Maratona a Verona nel 1988, il 5° posto ctg. M50 ai Campionati Italiani di Maratona a Riva del Garda nel 1988. Vantava nella maratona un primato personale di 2h56’11” ottenuto nella maratona di Roma Capitale nel 1989. È stato campione regionale di corsa su strada, corsa campestre e lancio del giavellotto e marcia su pista Km. 5 ctg. MM55. Tra le onoreficenze ricevute ricordiamo soprattutto quelle conferite dal Panathlon International dell’Aquila, nel 1995 e successivamente qualche anno fa, al merito sportivo per l’attività svolta sul territorio, in qualità di dirigente dell’Atletica L’Aquila. Arnaldo lascia un vuoto incolmabile in tutto il sodalizio, “invisibile, perché dietro le quinte ma attento regista delle attività dell’Associazione, che ha seguito sempre con passione e dignità. L’Atletica l’Aquila si stringe attorno alla famiglia, alla moglie Amalia, alle figlie Anna e Tiziana, ai nipoti e ai parenti tutti. I funerali si svolgeranno domani presso la basilica di Collemaggio alle ore 15,30. Ciao Arnaldo, stai tranquillo lassù : L’Atletica L’Aquila “correrà sempre”.



117 visualizzazioni

Comments


bottom of page